Aeroporto, Cna: un'Isola divisa, incapace di percorrere una strada in cui prevalga il bene comune | elbablog.com

Aeroporto, Cna: un’Isola divisa, incapace di percorrere una strada in cui prevalga il bene comune

«Credo che sia arrivato il momento di dare risposte sincere agli interrogativi che sorgono nel seguire l’andamento delle questioni inerenti l’Aeroporto dell’Elba – afferma il presidente di Cna Maurizio Serini – e credo che le stesse domande se le debbano porre anche tutte le parti interessate al mantenimento e sviluppo dello scalo Elbano, perché vogliamo capire cosa realmente sta succedendo, ed è ora che ognuno si prenda le proprie responsabilità.


Proprio nel documento elaborato per l’evento in Cciaa era ed è presente, ovviamente, anche l’aeroporto Elbano che si presentava con una valutazione di sostenibilità e sviluppo decisamente migliore rispetto al passato, tutto grazie al lavoro svolto negli ultimi mesi in concerto tra l’Ente Camerale, le Associazioni di Categoria, Alatoscana, i Comuni elbani, la Gestione Associata del Turismo e altri soggetti che hanno sostenuto il precorso individuato: si aveva l’impressione che, per una strana combinazione cosmica, questa sarebbe stata l’unica occasione della storia Elbana dove si trovava unità di intenti per una strategia territoriale di fondamentale importanza.
Vogliamo capire allora – sottolinea il presidente di Cna – come mai il parere non sia stato richiesto all’Avvocatura della Regione Toscana, organo competente sull’oggetto, ci chiediamo come mai non si sia voluto il confronto tecnico con la struttura della Camera di Commercio e ci chiediamo quale sia il reale motivo dell’allontanamento dell’Amministrazione Riese dal percorso individuato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *