Conto alla rovescia per il 52esimo Rallye Elba

L’edizione 2019 conta 73 equipaggi iscritti, fra coloro che andranno a caratterizzare i duelli tricolori in due giorni di gara a cui si aggiungeranno i protagonisti toscani della Coppa Rally di Zona, della quale questo appuntamento sarà l’unico in regione con coefficiente 2 . Per il pilota bresciano è stato il terzo sigillo nelle strade amiche dopo quelli delle edizioni del 2014 e 2016. Pedersoli è quindi «l’osservato speciale», che dovrà dovrà guardarsi soprattutto dal giovane Simone Miele, con un’altra DS3 WRC, navigato da Roberto Mometti. Miele quest’anno torna all’Elba dopo il secondo posto del 2017 e dopo anche la bella partenza bresciana, cercando il primo successo nell’Italiano.

Alle spalle delle due vetture francesi sono terzi assoluti i veneti Marco Signor e il fidato Patrick Bernardi con la Ford Fiesta WRC, anche loro in cerca di punti pesanti, quelli che andrà cercando anche Corrado Fontana sulla Hyundai i20 WRC. Tra le presenze «di nome», capaci di risultati importanti ci sono quelle di Felice Re , che con il Rallye Elba ha il classico «conto in sospeso» essendosi ritirato nelle ultime due volte che vi ha corso, nel 2016, Luca Ambrosoli , grande estimatore delle «piesse» elbane e 2017 Giovanni Galleni, con una Skoda Fabia R5. Gli elbani sono quindi pronti a sfidare «gli stranieri». Nella Suzuki Rally Cup l’uomo da battere tra le ben undici Swift Sport R1B iscritte sarà il giovane aostano Simone Goldoni, già al top sulle strade bresciane, insieme a Flavio Garetta.

L’edizione 2019 del Rally Elba si annuncia con due giorni di gara e otto Prove Speciali proposte da Aci Livorno Sport, in uno scenario esclusivo e con un percorso ispirato alla tradizione ma con alcune varianti e novità, per renderlo ancora più appassionante ed avvincente. Il test con le vetture da gara, lo «shakedown», previsto per venerdì 26 aprile 2019, ore 08,30-13, sarà a Campo nell’Elba, nella parte finale della Prova «Due Mari» . La partenza della gara è prevista alle ore 16,30 di venerdì 26 Aprile, poi quattro prove speciali inframezzate da due riordinamenti, entrambi a Portoferraio, prima dell’ingresso nel parco chiuso notturno, a partire dalle ore 22,10 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *