Il rischio alluvionale nelle zone abitate Azioni e metodi per la sua riduzione Tavolo progettuale a Campo nell'Elba | elbablog.com

Il rischio alluvionale nelle zone abitate Azioni e metodi per la sua riduzione Tavolo progettuale a Campo nell’Elba

Il rischio alluvionale nelle zone abitate Azioni e metodi per la sua riduzione Tavolo progettuale a Campo nell’Elba

Il progetto Interreg Marittimo Italia Francia T.R.I.G. Per dare attuazione agli obiettivi sopra citati, il giorno 13 giugno 2019, si terrà nella Sala Consiliare del Comune di Campo nell’Elba un «Tavolo di Coprogettazione dei Progettisti», che si prefigge di approfondire con il mondo delle professioni la diffusione e la promozione di una progettazione che riduca il rischio alluvioni in contesti antropizzati con l’utilizzo di tecnologie Nature Based. I tavoli hanno anche l’obiettivo di promuovere gli elementi di contatto tra la ricerca scientifica e

l’operatività delle scelte progettuali, innescando processi virtuosi di collaborazione e ricerca continua sui temi della miti gazione del rischio di inondazioni, per questo, tra gli interventi della giornata, ci saranno la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, partner del progetto, che realizzerà simulazioni pratiche di scenari di intervento tradizionali a confronto con scenari di intervento innovativi nel territorio di Campo nell’Elba, e l’Università di Genova, anch’essa partner di progetto, esperta nei Sistemi di Drenaggio Urbano sostenibile, che illustrerà un caso di studio condotto su un lotto di Campo nell’Elba a sostegno dell’importanza del ripristino di un ciclo idrologico più naturale in contesti antropizzati, riducendo l’impermeabilizzazione dei suoli. La co-progettazione territoriale, grazie anche ad un tavolo con gli Enti e uno con le imprese, stimolerà le capacità progettuali e volontà insite nel territorio, integrerà di contenuti tecnici e culturali le scelte effettuate dall’Amministrazione, rigenererà i processi di sviluppo del contesto ambientale e territoriale al fine di sviluppare reti di effettiva collaborazione. Il progetto vuole promuovere e supportare la capacità dei territori e delle comunità che li abitano di far fronte ai cambiamenti climatici e alla urbanizzazione degli spazi, fattori alla base di un alto rischio idrogeologico, attraverso l’adozione di nuove soluzioni tecniche più attente alla conservazione della natura, al benessere delle persone e alla costruzione di strategie condivise per lo sviluppo sostenibile dell’area transfrontalierà.

-Eau propone la riduzione di interventi strutturali «tradizionali» di difesa, messa in sicurezza e artificializzazione dell’habitat fluviale a favore della realizzazione di infrastrutture verdi ed azioni che migliorino il paesaggio naturale e assicurino funzioni di fitodepurazione, garantendo la presenza di aree umide permanenti e sviluppando la funzione fruitiva dell’area o di porzioni di essa.

Alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *