Natale e Capodanno, l'Elba fa sistema | elbablog.com

Natale e Capodanno, l’Elba fa sistema

«Lo stiamo sostenendo già da diversi anni, ma mai più di ora diventa impellente per l’Elba iniziare a programmare seriamente un allungamento della stagione, – spiega Confcommercio – orientandosi nel contempo ad offrire anche dei soggiorni invernali alternativi alla balneazione estiva. Questo è un percorso obbligato per la nostra economia, che altri territori meno privilegiati ed attraenti del nostro hanno già saputo adottare da tempo con buoni risultati, e che rappresenta l’unica opzione possibile per dare maggiore respiro al nostro sistema». «Ed è per questo che Confcommercio Elba, insieme alle altre associazioni di categoria, – spiega l’associazione – ha avviato in questi mesi un progetto per offrire le prossime vacanze di Natale e Capodanno sull’isola a chi desidera viverla nella sua dimensione più autentica, ossia durante i mesi invernali». «Vogliamo aprire un nuovo periodo per l’Elba, un periodo in cui gli amanti della natura e della tranquillità possano vivere il fascino dell’ambiente insulare, in tutto relax e staccandosi dalla vita frenetica cittadina.

Inoltre, i potenziali clienti estivi vengono volentieri a trascorrere qualche giorno da noi, per scegliere la loro prossima destinazione per le vacanze estive»- sostiene Gabriele Rotellini, vicepresidente di Confcommercio Elba ed uno dei pionieri in questa iniziativa. «Insieme alle altre associazioni di categoria, – prosegue Rotellini – è stato fatto un lavoro d’indagine per capire quante attività sarebbero rimaste aperte per il periodo Natale-Capodanno e quelle che rimangono aperte tutto l’anno. E’ venuta fuori una panoramica di tutto rispetto, siamo contenti della risposta degli imprenditori elbani che manifestano la loro voglia di ampliare la stagione». «L’offerta si completerà con l’elenco dei ristoranti, negozi e delle iniziative che ogni Comune metterà in programma per quel periodo, – spiega Confcommercio – inoltre è stata stipulata una convenzione con un vettore marittimo per biglietti a costo agevolato. »

Un’azione sinergica di più soggetti e di tutte le associazioni che hanno contribuito alla raccolta dei dati. « E’ la prima volta che si promuove questo periodo dell’anno in maniera così forte, consideriamolo l’anno Zero per la nascita di una nuova possibilità per l’Elba di generare turismo. Da Confcommercio spiegano inoltre che «un aiuto importante sarebbe indubbiamente quello di avere un aeroporto efficace e ben collegato con la terra ferma, che oltre ai traghetti portasse quel traffico necessario affinché cambino davvero le cose. Infatti, non è possibile che in questi tempi, dove ormai il turista in poco tempo può arrivare in ogni luogo del mondo, per arrivare da noi non abbia la possibilità di prendere un mezzo veloce come l’aereo. »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *