“Pronto soccorso animali, nulla di fatto”

“Pronto soccorso animali, nulla di fatto”

« Assenti tutti gli altri, in particolare il Comune di Capoliveri, capofila della ‘Gestione associata canile/gattile, lotta al randagismo e attivazione di un servizio di pronto soccorso veterinario H24’ e l’Asl. Erano presenti, inoltre, il funzionario responsabile del Settore Attività faunistico venatoria e pesca della Regione Toscana, nonché il Direttore tecnico e il direttore amministrativo del Cruma di Livorno, i veterinari elbani dottor Barsotti, con delega a rappresentare l’Ordine dei Veterinari di Livorno, dottori Mugnai e Osano. Per l’anno 2020 è stato previsto un aumento dello stanziamento di 10mila euro, ma non sembra affatto certo che anche così sarà possibile garantire l’intervento anche sull’Elba». «Una buona pratica emerge dal Comune di Marciana – segnalano da Animal Project – i cui rappresentanti hanno fatto presente di aver realizzato 2 box di prima accoglienza per i cani e di aver attivato una convenzione con il dottor Barsotti per il primo soccorso.

Il Comune di Campo nell’Elba si sta attivando per una convenzione con un canile del continente e per individuare box di prima accoglienza». Nella nota di Animal Project viene inoltre segnalato che «nel corso dell’incontro sono emerse tutte le difficoltà e le criticità che, pur con la sensibilità manifestata dai presenti, restano comunque insolute. E’ vero che chi ha la competenza deve fare, ma gli animali, nel frattempo, non aspettano a sentirsi male.

Alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *